Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il leader dell'opposizione egiziana, Mohamed El Baradei, non ha potuto votare al referendum sulla riforma della costituzione che si tiene oggi in Egitto. Lo ha riferito il sito web del quotidiano 'Youm 7', secondo cui alcune persone, non meglio precisate, avrebbero lanciato sassi contro El Baradei nei pressi del seggio, costringendolo a ritornare sui suoi passi.

Il premio Nobel per la pace egiziano si è recato a votare per il referendum in corso, ad un seggio in un quartiere nel quale vi sono stati feroci scontri le settimane scorse.

Il seggio era pieno di fondamentalisti islamici e prima che El Baradei riuscisse a entrare, almeno 300 ragazzi inferociti gli hanno lanciato pietre e hanno gridato al suo indirizzo "Non ti vogliamo"; "Non ti vogliamo votare".

La gente che era in strada ha spiegato l'ostilità nei confronti dell'ex capo dell'Aiea sostenendo che "è paracadutato dall'alto, non conosce il paese" e non "bisogna votare per gente che abbia a che fare con gli Stati Uniti".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS