Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'Egitto ha ceduto all'Arabia saudita due isole contese nel Mar Rosso all'imbocco del Golfo di Aqaba.

La cessione di Tiran e Sanafir, situate pochi chilometri a est della penisola del Sinai, sta avendo risalto sui media egiziani e critiche sui social media dopo un annuncio fatto ieri dalla presidenza su un "accordo di delimitazione delle frontiere marittime" con l'Arabia saudita.

L'intesa è stata raggiunta dopo "più di sei anni" e undici riunioni di confronto fra esperti, ha ricordato il comunicato della presidenza annunciando che "la delimitazione tecnica della linea di frontiera marittima ha dimostrato che le due isole di Sanafir e Tiran si trovano all'interno delle acque territoriali dell'Arabia saudita".

L'accordo consente all'Egitto di "utilizzare acque condivise del Mar rosso per escavazioni di risorse naturali", a tutto "beneficio dell'economia egiziana", riferisce il sito del quotidiano Al Ahram segnalando che l'intesa è stata una delle varie firmate durante la visita al Cairo del re saudita Salman in corso da giovedì.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS