Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

IL CAIRO - Le autorità egiziane hanno vietato agli aerei della compagnia israeliana El Al di atterrare nell'aeroporto di Taba, meta turistica frequentata dai cittadini dello stato ebraico. Lo riporta il giornale egiziano "Ruz al-Yusuf".
Le autorità dello scalo portuale di Taba hanno informato quelle del vicino aeroporto di Eilat, in territorio israeliano, che non sarebbe stato più consentito ad alcun aereo della El Al di atterrare nel proprio scalo. Oltre al divieto di atterraggio presso l'aeroporto del Sinai, l'Egitto ha anche vietato agli aerei israeliani di usare il proprio spazio aereo in quella zona.
Di solito l'aviazione israeliana usava lo scalo di Taba per far atterrare i propri aerei solo in casi d'emergenza, in particolare quando le condizioni meteorologiche erano proibitive per gli aerei diretti al sud del Israele.
Le autorità egiziane avrebbero preso questa decisione dopo che di recente il pilota di un velivolo israeliano si è rifiutato di eseguire l'ordine di decollo della torre di controllo, dopo il miglioramento delle condizioni meteo a Eilat, rimanendo fermo in pista.
È la prima volta che le autorità egiziane prendono una decisione di questo genere da quando i due paesi hanno sottoscritto gli accordi di pace del 1979.

SDA-ATS