Navigation

ElCom: aumentare produzione elettrica in inverno

Tralicci in Vallese KEYSTONE/OLIVIER MAIRE sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 04 giugno 2020 - 14:42
(Keystone-ATS)

La Svizzera continua a beneficiare di un approvvigionamento elettrico di alta qualità. Per conservare questa situazione, la Commissione federale dell'energia elettrica (ElCom) raccomanda al Consiglio federale di aumentare la produzione interna di corrente in inverno.

ElCom parte dal presupposto che le capacità di esportazione dei Paesi confinanti diminuiranno a lungo termine e che il consumo di elettricità in Svizzera aumenterà per raggiungere gli obiettivi fissati in materia climatica, è stato spiegato a Berna nel corso di una conferenza stampa odierna.

La Confederazione dovrà inoltre fare i conti con la chiusura delle centrali nucleari. Secondo ElCom, per garantire la sicurezza dell'approvvigionamento è necessario andare oltre i semplici incentivi, serve un obiettivo giuridicamente vincolante.

Concretamente, la commissione chiede un aumento delle capacità di produzione invernale nazionale dell'ordine di 5-10 TWh entro il 2035. Nel suo rapporto annuale, pubblicato oggi, ElCom non specifica quale tecnologia debba essere utilizzata per raggiungere questo obiettivo, preferendo lasciare la soluzione alla politica.

Negli ultimi dieci anni, le importazioni nette di energia elettrica sono state in media di circa 4 terawattora (TWh) per semestre invernale. Secondo ElCom non dovrebbero in ogni caso superare i 10 TWh.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.