Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il rilevamento da parte di BKW delle azioni Swissgrid detenute da Alpiq è sospeso. La Commissione federale dell'energia elettrica (ElCom) ha dato seguito a un ricorso dei cantoni romandi: temevano di perdere influenza sulla rete elettrica svizzera.

L'ElCom è entrata in materia dando ragione ai cantoni romandi, ha indicato all'ats la consigliera di stato vodese Jacqueline de Quattro, confermando un'informazione in tal senso del Matin Dimanche. La procedura è bloccata fino a nuovo avviso.

Il gruppo energetico bernese BKW ha fatto valere il suo diritto di prelazione sulle azioni di Alpiq in Swissgrid (30%). La transazione permetterebbe a BKW di detenere una partecipazione minoritaria "importante" nella società che gestisce la rete elettrica nazionale.

"Da un punto di vista imprenditoriale comprendiamo BKW", ha spiegato de Quattro. Ma questa transazione è problematica da un punto di vista politico. Una regione intera non sarebbe più rappresentata in Swissgrid.

Alla fine di maggio Alpiq aveva annunciato di volersi completamente separare dalle sue quote in Swissgrid a quel punto la BKW aveva deciso di esercitare il suo diritto di prelazione. Se la posizione di BKW dovesse prevalere ai cantoni romandi riuniti nel consorzio SIRESO rimarrebbe solo l'1% della rete nazionale.

Con la sospensione decisa da Elcom, i cantoni romandi ritengono di poter negoziare ora tranquillamente con la BKW. Affermano di essere pronti a fare concessioni.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS