Navigation

Elettori hanno scelto i candidati sui giornali, non sui social

Per sapere chi mandare a Berna molti si affidano ai giornali. KEYSTONE/LUKAS LEHMANN sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 21 ottobre 2019 - 15:51
(Keystone-ATS)

È stata la stampa - quella cartacea - la principale fonte di informazione sui candidati alle elezioni federali: lo rivela un sondaggio Tamedia. A giornali e riviste si è affidato il 28% dell'elettorato.

Il 15% ha fatto ricorso ad assistenti online quali Smartvote o Vimentis, il 13% si è basato sui portali informativi online, l'11% sulla televisione e la radio, il 9% ha puntato sul contatto diretto e il 7% si è rivolto al sito web del partito o del candidato. Solo per il 4% la fonte numero uno è stata quella delle reti sociali come Facebook o Twitter.

I dati si basano sulle risposte di 33’474 persone, di cui 915 in Ticino, ponderate poi in base a criteri demografici.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.