Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Vendite di elettrodomestici in calo in Svizzera: nel primo semestre sono stati venduti 3,46 milioni di apparecchi, il 2,5% in meno dello stesso periodo del 2013.

Stando alle informazioni diffuse oggi dall'associazione dei fabbricanti e fornitori Fea la flessione ha interessato in particolare i congelatori (-16% a 42'000), gli aspirapolvere (-14& a 368'000) e i ferri da stiro (-23% a 155'000), mentre in contro tendenza si sono mostrati frigoriferi (+3% a 146'000) i tumbler (+12% a 63'000), le macchine da caffè (+11% a 321'000).

In generale la Fea constata che, grazie al boom immobiliare, il mercato per gli apparecchi più grandi (congelatori esclusi) continua a tirare (+1%). Meno positiva (-3%) è invece l'evoluzione degli elettrodomestici i più piccoli: considerato l'aumento della popolazione e la situazione congiunturale l'arretramento è "particolarmente doloroso". Pesano gli acquisti effettuati sempre di più oltre frontiera, osserva l'associazione.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS