Vendite di elettrodomestici in calo in Svizzera: nel primo semestre sono stati venduti 3,46 milioni di apparecchi, il 2,5% in meno dello stesso periodo del 2013.

Stando alle informazioni diffuse oggi dall'associazione dei fabbricanti e fornitori Fea la flessione ha interessato in particolare i congelatori (-16% a 42'000), gli aspirapolvere (-14& a 368'000) e i ferri da stiro (-23% a 155'000), mentre in contro tendenza si sono mostrati frigoriferi (+3% a 146'000) i tumbler (+12% a 63'000), le macchine da caffè (+11% a 321'000).

In generale la Fea constata che, grazie al boom immobiliare, il mercato per gli apparecchi più grandi (congelatori esclusi) continua a tirare (+1%). Meno positiva (-3%) è invece l'evoluzione degli elettrodomestici i più piccoli: considerato l'aumento della popolazione e la situazione congiunturale l'arretramento è "particolarmente doloroso". Pesano gli acquisti effettuati sempre di più oltre frontiera, osserva l'associazione.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.