Navigation

Elezione Consiglio federale:PS formalizza candidatura Maillard

Questo contenuto è stato pubblicato il 29 ottobre 2011 - 18:22
(Keystone-ATS)

Il Partito socialista vodese (PSV), riunito oggi pomeriggio a Losanna in un congresso straordinario, ha formalizzato la candidatura di Pierre-Yves Maillard al Consiglio federale. Il 43enne consigliere di Stato è stato sostenuto dai delegati all'unanimità e applaudito con una standing ovation.

A tessere le lodi di Maillard è arrivato anche il presidente del PS svizzero Christian Levrat. Il Partito socialista ha "un problema di lusso", ha detto, poiché dispone di più candidati, tutti "eccellenti". E ha citato gli altri aspiranti alla poltrona di governo: il suo conterraneo friburghese Alain Berset, il vallesano Stéphane Rossini e la ticinese Marina Carobbio.

Maillard si è difeso dal rimprovero di essere uno "statalista", affermando che lo Stato "non deve comandare su tutto": bisogna lasciare "libertà agli attori sul terreno". Il popolo deve tuttavia poter controllare dove va a finire il pubblico denaro.

Le sezioni cantonali del PS hanno tempo fino a lunedì per presentare candidati. Il gruppo socialista alle Camere si riunirà il 4 novembre per una seduta straordinaria, poi ancora il 26 e il 26 e una ultima volta il 6 dicembre per discutere il da farsi in vista dell'elezione del consiglio federale, il 14 dicembre.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?