Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA - Alla vigilia dell'elezione in Consiglio Federale i gruppi parlamentari alle Camere affilano le loro strategie. Particolarmente attesa era la decisione del PPD: il suo capogruppo Urs Schwaller (FR) ha comunicato questa sera alla stampa che una chiara maggioranza sosterrà i candidati ufficiali del PS - Simonetta Sommaruga e Jacqueline Fehr - e del PLR - Karin Keller-Sutter e Johann Schneider Ammann - ma non ha espresso preferenze.
Schwaller si è rifiutato di rivelare il numero di voti ottenuti da Jean-François Rime (UDC/FR). Ha dichiarato che alla fine il democratico di centro friburghese non è stato preso in considerazione. Il gruppo PPD/PEV/Verdi liberali (52 voti) ha proceduto a vari scrutini con scheda segreta.
Quanto ai socialisti, il gruppo alle Camere federali sosterrà all'inizio la candidata dei Verdi Brigit Wyss. Poiché quest'ultima non dovrebbe avere i numeri per accedere alla stanza dei bottoni, il gruppo PS voterà in seguito per uno dei due candidati ufficiali del PLR, ha detto la capogruppo del PS alle Camere federali Ursula Wyss.
Il gruppo PLR alle Camere federali, ha deciso di lasciare libertà di voto ai suoi membri quanto alla successione del ministro socialista Moritz Leuenberger. Il PLR sosterrà comunque solo le candidature del PS. Di fronte alla stampa, la capogruppo radicale Gaby Huber ha detto che le due candidate sono eleggibili e che il gruppo PLR alle Camere ha deciso di non formulare alcuna raccomandazione di voto particolare.
Da parte sua, il gruppo UDC ha ribadito il sostegno al proprio candidato Jean-François Rime. Oltre alla totalità dei voti dei propri parlamentari, i democentristi contano sul sostegno da parte di diversi altri gruppi per spingere Rime almeno alla votazione finale, in particolare per la successione di Leuenberger, ha comunicato l'UDC in una nota.
Per quanto riguarda il gruppo dei Verdi, questo sosterrà a spada tratta la sua candidata Brigit Wyss (SO) per la successione di Hans-Rudolf Merz in Consiglio federale, ha detto ai media la capogruppo Maya Graf e Ueli Leuenberger presidente del partito. Se dovesse essere eliminata, gli ecologisti non hanno indicazioni di voto per gli altri scrutini. Per quanto riguarda l'altro seggio, non fanno differenza fra i due candidati socialisti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS