Navigation

Elezioni federali: Verdi liberali, obiettivo è gruppo parlamentare

Questo contenuto è stato pubblicato il 16 giugno 2011 - 17:58
(Keystone-ATS)

Costituire un proprio gruppo parlamentare alle Camere federali: è quanto si prefigge il Partito dei Verdi liberali dopo le elezioni federali di ottobre, per le quali presenterà oltre 200 candidati in 15 cantoni. Un obiettivo ambizioso, che il PVL ritiene di avere buone probabilità di raggiungere.

Nel cantone di Zurigo, dove in aprile alle elezioni del Gran Consiglio i Verdi liberali hanno quasi raddoppiato i seggi da 10 a 19, i responsabili del partito pensano di poter guadagnare un seggio in più rispetto ai tre attuali. Nel cantone di Berna contano di conquistarne uno o due. Ritengono inoltre possibile ottenere un seggio nei cantoni di Argovia, Basilea Città e Vaud.

Per raggiungere l'obiettivo di formare un gruppo parlamentare, il partito deve conquistare almeno cinque seggi in una delle due Camere. Attualmente con i suoi tre consiglieri nazionali e i due consiglieri agli Stati può solo partecipare al gruppo parlamentare PPD/PEV/Verdi liberali.

Il partito intende essere rispettato in quanto PVL, ha detto la consigliera agli Stati Verena Diener (ZH) in una conferenza stampa oggi a Berna.

Presidente del partito, Martin Bäumle, non vuole scoprire tutte le carte soprattutto riguardo alla congiunzione delle liste. Il PVL spera di guadagnare un massimo di seggi e quindi siamo in contatto con differenti partiti in diversi cantoni, ha dichiarato.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.