Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'ex segretario di Stato statunitense Colin Powell in un'immagine del 2011.

KEYSTONE/FR170636 AP/ERIC REICHBAUM

(sda-ats)

Israele ha 200 testate nucleari: lo scrive l'ex segretario di Stato repubblicano Colin Powell in una delle sue migliaia di email private hackerate e diffuse nei giorni scorsi.

Il numero è evocato in un messaggio in cui discute con un amico della capacità delle armi nucleari di Tel Aviv.

Benché si creda ampiamente che Israele abbia sviluppato testate nucleari alcune decenni fa, il Paese non si è mai dichiarato come Stato nucleare. L'esistenza del suo programma nucleare è considerato top secret dai governi israeliano e statunitense.

Powell, attraverso un portavoce, ha tuttavia riferito all'agenzia di stampa statunitense Ap che si riferiva a stime pubbliche e che la mail è stata scritta dieci anni dopo che ha lasciato il governo, senza ricevere più briefing dell'intelligence su materiali classificati.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS