Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La sede della EMS Chemie a Domat/Ems

KEYSTONE/GIAN EHRENZELLER

(sda-ats)

Vendite in aumento per EMS Chemie: il gruppo grigionese attivo nelle specialità chimiche ha realizzato nel primo semestre un fatturato di 1,067 miliardi, pari a una progressione del 6,5% rispetto ai primi sei mesi del 2016.

In crescita anche il risultato operativo Ebit, salito del 5,8% a 280 milioni di franchi, ha indicato oggi la società guidata dalla consigliera nazionale UDC Magdalena Martullo-Blocher.

La performance "record" si è rivelata leggermente superiore alle attese degli analisti. Contattati dall'agenzia finanziaria awp, questi ultimi prevedevano un fatturato di 1,060 miliardi di franchi e un Ebit di 277 milioni.

Per l'insieme dell'esercizio 2017, EMS Chemie si mostra "piuttosto ottimista". Il gruppo, che realizza quasi il 60% delle sue vendite nell'industria automobilistica, punta su una debole progressione di fatturato ed Ebit.

Traendo beneficio dal dinamismo della produzione automobilistica cinese, EMS Chemie ha realizzato una performance record anche l'anno scorso: l'utile netto era salito del 19% rispetto al 2015 a 456 milioni di franchi e il fatturato era cresciuto del 4,1% a 1,983 miliardi. A fine 2016 il gruppo impiegava in totale 2897 collaboratori.

Oltre alle due sedi elvetiche di Domat/Ems (GR) e di Romanshorn (SG), EMS Chemie è presente anche in Germania, Repubblica ceca, Spagna, Gran Bretagna, Belgio, Romania, Stati Uniti, Brasile, Messico, Thailandia, Giappone, Taiwan e Cina. Il gruppo dispone in totale di 26 stabilimenti.

SDA-ATS