Navigation

Ems-Chemie: semestre influenzato dal coronavirus

Anche la EMS-Chemie ha subito le conseguenze del coronavirus. KEYSTONE/GIAN EHRENZELLER sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 10 luglio 2020 - 08:31
(Keystone-ATS)

Anche il primo semestre dell'azienda chimica EMS-Chemie ha subito le conseguenze del coronavirus. Utili e fatturato sono in calo, anche se grazie agli ampi margini la società rimane stabile.

Come si legge in un comunicato odierno, il giro d'affari è calato del 26,4% su base annua a 849 milioni di franchi. A influenzare l'andamento è stato in particolare il crollo dell'industria automobilistica, molto importante per gli affari delle società.

L'EBITDA ha dal canto suo subito una contrazione del 25,7% a 256 milioni di franchi, con il corrispondente margine che è però cresciuto dal 30 al 30,2%. L'EBIT è sceso del 27,6% a 229 milioni, con un margine in calo di mezzo punto percentuale al 26,9%.

Il fatturato si iscrive nella parte alta delle previsioni degli analisti contattatati dall'agenzia AWP, mentre EBIT e EBITDA hanno addirittura superato le attese più rosee.

Come annunciato a inizio febbraio, il consiglio d'amministrazione ha l'intenzione di proporre un dividendo di 20 franchi per azione, che verrà distribuito in occasione dell'assemblea generale dell'8 agosto.

A causa dell'attuale situazione congiunturale, EMS-Chemie prevede che l'Ebit 2020 sarà inferiore rispetto a quello dell'anno precedente.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.