Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Nel 2015, il mercato dell'energia solare non è cresciuto come auspicato dai professionisti del settore.

Secondo i dati di Swissolar questa fonte ha permesso di coprire circa il 2% del fabbisogno di energia elettrica, mentre gli impianti fotovoltaici coprono attualmente una superficie vicina ai 2 milioni di metri quadrati.

L'associazione ha reso noto oggi in un comunicato che si tratta di numeri simili a quelli delle annate precedenti, non sufficienti per una svolta energetica. La corrente solare è stata generata dagli impianti fotovoltaici con una potenza complessiva di 1'350 Megawatt (+300 in confronto al 2014). Quello appena concluso è stato il terzo anno più soleggiato dal 1981, con un irraggiamento in crescita del 6-7% rispetto al 2014.

Swissolar si dichiara comunque in parte soddisfatta, date le difficili condizioni del mercato, basato soprattutto sui piccoli impianti. Per quelli più grandi, mancano infatti gli incentivi della rimunerazione a copertura dei costi per l'immissione in rete di energia elettrica. Ciò ha creato una lista d'attesa che conta oltre 35'000 richieste.

La Svizzera dovrà sostituire nei prossimi 20 anni il 40% dell'energia generata dalle centrali nucleari. Swissolar si augura che l'attuale incremento di potenza venga raddoppiato (800 Megawatt in più ogni anno), in modo che l'energia solare possa fornire due terzi di questa percentuale. Per realizzare gli impianti necessari, Swissolar punta a ricevere gli incentivi finanziari previsti nell'ambito della Strategia energetica 2050. In altre nazioni europee, come l'Italia, gli impianti fotovoltaici producono già l'8% della corrente.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS