Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Nulla si è mosso nel primo trimestre in Svizzera nel campo delle entrate in borsa: nel suo periodico rapporto sul tema la società di consulenza EY osserva che nessuna società ha tentato lo sbarco sul mercato.

EY sottolinea però che vi sono anche diversi potenziali candidati che aspettano solo il momento favorevole.

La tendenza alla cautela nei primi tre mesi non ha riguardato solo la Confederazione. Su scala mondiale il numero di operazioni è calato su base annua del 39% a 167, per un volume di 12 miliardi di dollari (-70%). La flessione è da spiegare con la debolezza delle piazze finanziarie, il calo del prezzo del greggio e le turbolenze geopolitiche.

Secondo EY comunque la politica dei bassi tassi di interesse favorisce le operazioni IPO. In Svizzera prevede di entrare in borsa la società ginevrina Wisekey, attiva nella sicurezza elettronica. Swatch sta valutando la quotazione del suo produttore di batterie Belenos. Anche il fabbricante di valvole VAT pensa alla borsa, come pure il gruppo immobiliare SPS Swiss Prime Site, che potrebbe quotare Tertianum (residenze per anziani).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS