Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'epidemia di influenza la scorsa settimana ha raggiunto tutte le regioni svizzere. I cantoni nettamente più colpiti sono sempre Ticino e Grigioni. Anche una sessantina di reclute della Scuola di fanteria 11 hanno contratto la malattia.

Rispetto alla settimana precedente, il numero di consultazioni dovute all'influenza ogni 100'000 abitanti è passato a livello nazionale da 140 a 201 e dovrebbe aumentare ulteriormente nelle prossime settimane, riferisce oggi l'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP).

In Ticino e Grigioni il tasso è passato da 326 a 389 casi ogni 100'000 abitanti. In Svizzera centrale attualmente è di 221, nel nord-est di 199, in Romandia 154 e nella parte nordoccidentale di 144. Questa stagione l'epidemia è iniziata quasi un mese prima rispetto all'anno scorso. La soglia di 69 casi è stata superata tre settimane fa, ricorda l'UFSP.

La malattia virale non ha risparmiato la Scuola reclute di fanteria a San Gallo, dove attualmente stanno assolvendo la loro istruzione militare di base 574 giovani. Dall'inizio della settimana, 60 di loro hanno contratto l'influenza e vengono curati separatamente dagli altri militari nelle infermerie di Frauenfeld, Dübendorf, Kloten e nella caserma di Neuchlen. Il decorso della malattia non è grave, riferisce oggi il Dipartimento della Difesa.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS