Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Turchia ha le prove del coinvolgimento russo nel commercio del petrolio dell'Isis: così il presidente turco Recep Tayyip Erdogan, secondo le agenzie turche.

"Abbiamo in mano delle prove, cominceremo a rivelarle al mondo", ha detto Erdogan, citando in particolare il presunto ruolo nel traffico di petrolio con il Califfato dell'imprenditore siriano George Haswani, "titolare di un passaporto russo".

"La Russia ha l'obbligo di provare con il sostegno di documenti le sue accuse nei nostri confronti sull'acquisto di petrolio da Daesh", cioè l'Isis: lo ha ribadito oggi il presidente turco Recep Tayyip Erdogan, citato dall'agenzia statale Anadolu. "Coinvolgere la mia famiglia in questa vicenda è contrario ai valori morali", ha aggiunto.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS