Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Errore pagamento a casse self Ikea Francia, arrestati

Arrestati per aver sbagliato un pagamento alla cassa automatica dell'Ikea: è accaduto in Francia, a Strasburgo, dove padre e figlia si sono ritrovati in commissariato, rinchiusi in due celle separate, accusati di "furto" per un semplice errore alle casse self-service.

Dopo l'assurda disavventura,la ragazza di 21 anni, ha denunciato tutto su Twitter, tanto che ora il gruppo svedese si scusa.

I fatti risalgono al primo ottobre scorso, quando la studentessa va all'Ikea insieme al papà. Una volta alle casse, scannerizzano gli articoli acquistati. Tra questi, ci sono anche dei barattoli in vetro per la conservazione degli alimenti. Come per tutti gli altri prodotti, passa il codice a barre, senza accorgersi però che il coperchio non è incluso nel prezzo. Il secondo codice a barre è si trova nella parte inferiore, ma lei non lo vede. La studentessa si dirige serenamente verso l'uscita, convinta come il padre di aver pagato tutto. Non è così. Per loro è l'inizio di un incubo.

Intercettati dalla security, i due ricostruiscono subito l'errore, si scusano, propongono di andare subito a pagare il resto. Non serve a niente. Vengono condotti dal direttore, che apostrofa la ragazza: "Sei tu la ladra?". Il padre è sbalordito, rifiuta di firmare la dichiarazione di furto, a quel punto il responsabile Ikea alza il telefono e chiama il Pronto intervento.

Pochi minuti e i due sono già a bordo di una volante della Police Nationale. In commissariato la ragazza viene invitata a togliere i lacci dalle scarpe e il reggiseno "davanti a tutti", racconta nella testimonianza che scandalizza i social francesi. Padre e figlia vengono rinchiusi in celle separate, poi una poliziotta si lascia convincere dalla testimonianza della ragazza in lacrime e libera entrambi prima del tempo. In seguito alla rivolta scoppiata sul web dopo la testimonianza della ragazza, Ikea ha presentato le scuse.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.