Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'aerodromo militare di Sion cesserà l'attività e diverse piazze d'armi verranno chiuse in particolare nella Svizzera romanda: lo ha annunciato stamane il Dipartimento della difesa (DDPS), presentando il nuovo piano degli stazionamenti dell'esercito. In Ticino vengono per contro confermati i luoghi in cui sono presenti le forze armate e i posti di lavoro, ha indicato da parte sua il Dipartimento delle istituzioni del cantone.

Secondo il progetto, oltre all'aerodromo di Sion il DDPS rinuncerà pure agli aerodromi di Buochs (NW) e Dübendorf (ZH), che già oggi sono comunque utilizzati in maniera ridotta ("sleeping bases"). In futuro Dübendorf ospiterà soltanto un'elibase.

È inoltre prevista la chiusura delle piazze d'armi di Friburgo, Ginevra, Moudon (VD), Lyss (BE) e St-Maurice (VS), come pure gli alloggi e le piazze di tiro di Glaubenberg (OW), Brigels (GR) e Gluringen (VS).

Per il canton Ticino, il DDPS ha invece deciso di mantenere lo status quo per quanto riguarda la presenza e l'occupazione degli stazionamenti. Unica modifica rilevante sarà lo scioglimento della Brigata di frontiera di montagna 9, la quale verrà assorbita dalla Regione territoriale 3. "Il Ticino disporrà comunque di un comando di rilevanza nazionale grazie alla presenza del Comando forze speciali del Monte Ceneri", ha precisato il Dipartimento delle istituzioni.

Stando al nuovo piano, il DDPS rinuncerà inoltre a numerosi impianti sotterranei in tutta la Svizzera. La loro chiusura sarà sottoposta al Parlamento con un messaggio separato.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS