Tutte le notizie in breve

Un'esibizione della Patrouille Suisse dello scorso anno a Meiringen, nel canton Berna (foto d'archivio).

KEYSTONE/URS FLUEELER

(sda-ats)

Le Forze aeree hanno rafforzato le prescrizioni di sicurezza per le esibizioni. Lo ha comunicato oggi il Dipartimento federale della difesa (DDPS) in vista della ripresa, la settimana prossima, dei corsi d'allenamento dei team acrobatici.

A partire dal prossimo 18 aprile il PC-7 TEAM assolverà a Locarno e Dübendorf (ZH) un corso d'allenamento di due settimane e si preparerà in vista delle prossime esibizioni. Una settimana dopo, il 24 aprile, avrà inizio a Emmen (LU) l'allenamento di due settimane della Patrouille Suisse.

In seguito agli incidenti di St. Moritz (GR), dove un velivolo del PC-7 TEAM ha urtato il cavo di una telecamera sospesa, e di Leeuwarden (Paesi Bassi), quando due jet della Patrouille Suisse si sono toccati in volo e uno dei due è precipitato, in futuro le esibizioni si svolgeranno nel quadro di prescrizioni di sicurezza rafforzate, si legge in una nota.

Un gruppo di esperti, composto da un rappresentate ciascuno dell'ambito della sicurezza di volo delle Forze aeree, del Corpo degli aviatori di professione e dell'Ufficio federale dell'aviazione civile, valuterà gli aspetti legati alla sicurezza delle esibizioni e, se necessario, disporrà misure volte a ridurre i rischi.

Oltre a questo, è stata aumentata la quota di volo minima: 200 piedi (ca. 60 metri) invece di 150 piedi (ca. 46 metri) per i solisti, 300 piedi (ca. 92 metri) invece di 200 piedi per la formazione nonché 300 piedi sopra ostacoli difficilmente visibili.

È stata poi ridefinita anche la distanza tra i velivoli nelle formazioni. D'ora in poi tra gli aerei del PC-7 TEAM dovranno esserci tre metri invece di due, mentre per la Patrouille Suisse le distanze sono rimaste invariate.

L'inchiesta della giustizia militare concernente i due incidenti è tuttora in corso.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve