Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Estate 2010: un "momento di splendore" di quattro settimane

BERNA - Con 27 giorni oltre i 30 gradi registrati in varie parti del paese e un picco di 35,7 gradi, l'estate del 2010 risulta in generale di un grado e mezzo più calda della media a lungo termine, e di due gradi a Sud delle Alpi. È quanto segnalano oggi i meteorologi, secondo i quali le condizioni estive finiranno definitivamente dalla prossima settimana.
Secondo i meteorologi della tv svizzero tedesca SF, quest'anno in Svizzera l'estate si è svolta dal 22 giugno al 21 luglio. Per il resto "si è trattato nel migliore dei casi di una onesta media". In sintesi: "un momento di splendore in tanta tristezza".
I valori dell'estate 2010 sono risultati sul livello del 2006 e dei due anni scorsi, ma di ben tre gradi inferiori a quelle del 2003. La colonnina del mercurio è rimasta particolarmente alta in luglio. In alcuni posti del Ticino sono state registrate le temperature più elevate dal 1928. Nel Locarnese, il luglio del 2010 è stato il secondo più caldo dal 1864, ossia da quando si effettuano rilevamenti sistematici. A nord delle Alpi si sono avuti da due e mezzo a tre gradi più della media.
Non si sono tuttavia registrati numeri da record. I termometri hanno toccato il massimo il 14 luglio, con i 35,7 gradi a Basilea e Delémont, e un pelino meno a Ginevra e Sion. A Basilea e Ginevra la soglia dei 30 gradi è stata superata rispettivamente in 16 e 15 giornate. A Sion ci sono stati 21 giorni di grande calura, a Lugano e Zurigo 11, a Berna 10 e a Lucerna 9.
Secondo MeteoSvizzera, in generale il soleggiamento ha rispettato la media di lungo termine mentre le precipitazioni sono risultate molto differenti a seconda delle regioni: in Ticino nella media, in Romandia troppo secco e nelle Prealpi centro orientali nettamente troppo umido.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.