Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Questa estate, percepita soggettivamente come fredda e umida soprattutto al nord delle Alpi, è invece risultata ben più calda rispetto alla media pluriennale dei dati statistici meteorologici. La stagione, paragonabile a quelle del 2006 e del 2009, si situa in una recente serie di estati calde.

L'impressione soggettiva di una brutta estate 2012 viene essenzialmente dal fatto che i primi periodi di fine settimana erano piovosi e che il cielo di luglio è risultato abbastanza coperto, spiega Joachim Schug di Meteomedia.

Nella Svizzera nordorientale la temperatura dell'estate meteorologica, che termina venerdì, è risultata quasi due gradi superiore alla media e nel sud di tre gradi.

Grazie al tempo di giugno e soprattutto di agosto, l'estate 2012 è stata inoltre anche molto soleggiata e per lo più secca rispetto al normale, soprattutto al sud delle Alpi.

L'est e il nord del Paese hanno invece registrato a livello locale, come a Basilea e Zurigo, valori di pioggia superiori alla media in seguito ad alcuni violenti temporali accompagnati da forti precipitazioni.

Secondo Meteomedia, agosto, a livello nazionale, si conclude con temperature di 3 o 4 gradi superiori alla media pluriennale. Infatti, sebbene più umido del solito in alcuni posti della Svizzera tedesca, in generale è risultato dal 10 al 20% più soleggiato. Le temperature più alte di quest'anno sono state registrate il 19 e 20 agosto in diverse località, come i 13 gradi sullo Jungfraujoch (3580 m) e gli oltre 37 dell'Alto Vallese.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS