Navigation

Ethical Coffee: ventilata denuncia contro Coop

Questo contenuto è stato pubblicato il 05 ottobre 2011 - 15:50
(Keystone-ATS)

La società svizzera Ethical Coffee Company (ECC), che produce capsule di caffè compatibili con le macchine Nespresso, intende denunciare la Coop per rottura di contratto. Secondo Jean-Paul Gaillard, fondatore della ECC, le trattative con la Coop circa la vendita delle porzioni individuali erano in fase molto avanzata, praticamente mancava solo la firma. "Intenteremo causa alla Coop", ha affermato Gaillard in una conferenza stampa tenuta oggi a Zurigo.

Non ci sono dichiarazioni d'intenti sottoscritte né contratti, ha detto all'ats il portavoce della Coop Urs Meier. Il gruppo basilese ha esaminato la proposta di ECC relativa alla vendita di capsule di caffè compatibili con le macchine Nespresso, ha affermato Meier, aggiungendo che però non ha convinto al 100%.

"Sono state condotte trattative, ma non sono giunte a conclusione, come invece affermato da Jean-Paul Gaillard", ha detto Meier. Dal canto suo Gaillard intende far valere l'esistenza di un contratto orale supportato da testimoni. Nestlé non ha esercitato pressioni sulla Coop, ha sottolineato Meier.

ECC è anche coinvolta in un contenzioso giuridico con Nestlé. Venerdì scorso il Tribunale cantonale vodese, con una disposizione provvisoria, aveva vietato alle 19 filiali di Media Markt e alle quattro di Saturn di vendere le porzioncine di caffè prodotte dalla ECC. Nestlé mira a proteggere da imitazioni le sue capsule lanciate nel 1986.

Le capsule della ECC sono prodotte in Francia ed è prevista una loro commercializzazione in tutta Europa.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?