Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'uruguayano Eugenio Figueredo, ex vicepresidente della FIFA arrestato in maggio a Zurigo, sarà giudicato nel suo Paese. Estradato dalla Svizzera, è arrivato oggi in aereo a Montevideo verso le 15.30 ora svizzera.

Figueredo è accusato di frode e riciclaggio di denaro, ha dichiarato all'agenzia stampa AFP il procuratore uruguayano titolare del dossier, Juan Gomez. Rischia tra i due e i 15 anni di prigione per questi reati, ha aggiunto.

L'83enne ex vicepresidente della Federazione internazionale di calcio è stato estradato dalla Svizzera dopo che l'Ufficio federale di giustizia (UFG) ha dato la precedenza all'Uruguay rispetto agli Stati Uniti. Anche Washington aveva chiesto la sua estradizione nell'ambito dello scandalo di corruzione alla FIFA.

Figueredo, ex calciatore, è stato presidente dell'Associazione uruguayana di football tra il 1997 e il 2006 e vicepresidente della Confederazione sudamericana di calcio (Conmebol) dal 1993 al 2013, anno in cui ne ha assunto per breve tempo la presidenza. Egli è accusato negli USA di aver ricevuto nelle sue funzioni dirigenziali bustarelle per milioni di dollari da parte di una società uruguayana di consulenza e marketing sportivi. I pagamenti sarebbero transitati per istituti finanziari americani e riguarderebbero l'organizzazione della Copa America per gli anni 2015, 2016, 2019 e 2023.

Figueredo era stato arrestato a Zurigo il 27 maggio scorso, assieme ad altri sei dirigenti della FIFA e di organizzazioni affiliate. Il 17 settembre, l'UFG aveva autorizzato la sua estradizione verso gli USA, ma contro questa decisione Figueredo aveva fatto ricorso presso il Tribunale penale federale (TPF) di Bellinzona. Nel corso di un'udienza il 9 novembre, Figueredo aveva invece accettato di essere estradato verso l'Uruguay, in seguito a una richiesta di Montevideo.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS