Navigation

Euro: sprofonda sotto quota 1,16 franchi, poi risale

Questo contenuto è stato pubblicato il 12 luglio 2011 - 18:29
(Keystone-ATS)

Nuovo tonfo dell'euro oggi. La valuta unica è sprofondata e alle 10.00 ha toccato 1,1552 franchi, secondo i rilevamenti del portale finanziario Swissquote. I mercati hanno ripreso fiato in giornata sulla scia dell'esito dell'asta dei Bot italiani e con i segnali su un'accelerazione dell'approvazione della manovra finanziaria in Italia. Alle 16.45 l'euro era a 1,1646 franchi.

Ieri l'euro era passato per la prima volta sotto la soglia di 1,17 franchi. I mercati temono un aggravamento della crisi del debito europeo e la divisa svizzera è ricercata come bene rifugio.

Le attuali reazioni dei mercati finanziari vanno messe in relazione con la posizione assunta dalle agenzie di rating, che avevano lanciato un segnale d'avvertimento al governo italiano, ha detto all'ats Janwillem Acket, capo economista presso la banca Julius Bär.

"Il governo ha agito in modo maldestro, con la presentazione del budget e del programma di risparmi che avrà un impatto soprattutto nella prossima legislatura", ha osservato Acket. "L'opportunismo politico di Berlusconi non è risultato pagante e le agenzie di rating hanno solo reagito di conseguenza", ha aggiunto.

L'inquietudine degli investitori si è manifestata nell'impennata degli interessi per i titoli statali decennali dell'Italia, saliti temporaneamente a oltre il 6%. Oggi ha segnato un ennesimo record la corsa al rialzo del differenziale tra il Btp decennale e l'equivalente Bund tedesco. La forbice tra i due tipi di titoli si è allargata a 347 punti, per poi ridursi nel corso della giornata a 287 punti.

Secondo Acket va però tenuto conto che per quanto riguarda la sostanza l'Italia è più forte della Grecia e che si può permettere un indebitamento elevato. Il paese dispone ancora di un rating in zona A e i titoli di Stato sono collocati soprattutto all'interno del paese. Con la sua economia sommersa - ha aggiunto - in Italia molte famiglie dispongono di parecchi soldi e i risparmi sono ad alti livelli.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?