Navigation

European Film Awards: sbanca Polanski; svizzero Bruno Ganz onorato per insieme sua opera

Questo contenuto è stato pubblicato il 05 dicembre 2010 - 12:46
(Keystone-ATS)

TALLIN Estonia - Alla fine alla ventitreesima edizione degli European Film Awards (Efa), versione europea degli Oscar, a Tallin (Estonia) ieri sera ha fatto man bassa il film di Roman Polanski "L'uomo nell'ombra" che si aggiudica ben sei nomination sulle sette annunciate, compresa quella di miglior film e migliore regia. L'attore zurighese Bruno Ganz, 69 anni, è stato premiato per l'insieme della sua opera.
Ad accogliere i premi, un Roman Polanski raggiunto in videoconferenza che interviene più volte ricordando come la forza del cinema europeo, e come i tanti premi piovuti su "L'uomo nell'ombra", siano il frutto di maestranze europee di ogni nazionalità "con cui voglio condividere questi riconoscimenti".
All'"Uomo nell'ombra" sono andati i premi di miglior film europeo, migliore regia, miglior sceneggiatura, miglior production designer, miglior attore, Ewan McGregor, e miglior compositore, Alexandre Desplat.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?