Navigation

Eurozona, calo record del Pil, -12% nel secondo trimestre

L'economia ha fatto un marcato passo indietro. KEYSTONE/DPA/AXEL HEIMKEN sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 14 agosto 2020 - 14:00
(Keystone-ATS)

Nel secondo trimestre 2020, periodo caratterizzato dalle misure di contenimento per il Covid-19, il prodotto interno lordo (Pil) corretto delle variazioni stagionali è calato del 12,1% nell'Eurozona e dell'11,7% nella Ue, rispetto al trimestre precedente.

È la stima flash di Eurostat.

Si tratta della contrazione più importante dall'inizio delle serie temporale nel 1995. Nel primo trimestre 2020 il Pil era sceso del 3,6% nell'Eurozona e del 3,2% nella Ue.

Rispetto al secondo trimestre del 2019 il Pil ha registrato una flessione del 15,0% nell'Eurozona e del 14,1% nella Ue, dopo essere diminuito di -3,1% e di -2,5% rispettivamente nel trimestre precedente.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.