Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il tasso di disoccupazione nella zona euro è rimasto stabile al 9,3% a maggio 2017, malgrado alcune variazioni tra Paesi.

Il calo più significativo del numero di disoccupati è stato registrato in Repubblica ceca (8,1%, -0,2 punti) mentre un "piccolo" aumento - scrive l'Ocse - viene osservato in Italia e in Francia (rispettivamente 11,3% e 9,6%, equivalente a +0.1%). Nella zona dell'Ocse, il tasso di disoccupazione è rimasto stabile a 5,9% nello stesso periodo. In totale, 36,8 milioni di persone erano disoccupate nell'area, 4,1 milioni in più rispetto ad aprile 2008.

Il tasso di disoccupazione aumenta in Giappone (3,1% a maggio, +0,3) e in Canada (6,6%, +0,1). E' invece calato di 0,4 punti in Corea (3,6%), in Messico (3.5%) e negli Stati Uniti (4.3%). Dati più recenti mostrano tuttavia che a giugno la disoccupazione è cresciuta di 0.1 punti negli Usa (4,4%) e calata di 0,1 punti in Canada (6,5%). Tra i giovani (15-24 anni) il tasso di disoccupazione scende al 12% (-0,1) nella zona dell'Ocse.

E' calato di 0,6 punti negli Usa (8,8%) ed è rimasto stabile nella zona euro (18,9%) ma continua ad aumentare in Giappone (5.2%, equivalente a +0,2). Oltre un terzo dei giovani rimane disoccupato in Italia (37%, +1,8 punti), Grecia e Spagna.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS