Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Gli ex banchieri di Wegelin, Konrad Hummler e Otto Bruderer, incontreranno il presidente del PPD, Christophe Darbellay, per tentare di appianare la discordia sorta dopo che quest'ultimo li aveva definiti "traditori" per aver, a suo dire, diffamato la piazza finanziaria elvetica.

Hummler e Bruderer avevano presentato denuncia contro di lui per violazione della personalità. Domani, Hummler e Darbellay avrebbero dovuto incontrarsi a Teufen (AR) davanti a un mediatore ufficiale, ma l'appuntamento è stato disdetto, dichiara oggi la Banca Wegelin in una nota. Si prevede ora un confronto extragiudiziale: i tre avrebbero infatti optato per un incontro informale.

La banca privata svizzera, accusata negli Stati Uniti di complicità in evasione fiscale, è giunta a un'intesa a inizio anno con le autorità statunitensi. La banca si è dichiarata colpevole e ha acconsentito a una multa milionaria. La giustizia e il fisco statunitensi hanno sospeso il procedimento penale nei suoi confronti. I due banchieri, in dichiarazioni rilasciate alla stampa, avevano affermato che le pratiche illegali di Wegelin negli Usa erano moneta corrente nel settore finanziario svizzero. Il presidente del PPD aveva visto in queste dichiarazioni una diffamazione della piazza finanziaria elvetica e li aveva definiti "traditori".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS