Navigation

Ex capo polizia Guatemala Erwin Sperisen arrestato a Ginevra

Questo contenuto è stato pubblicato il 31 agosto 2012 - 16:58
(Keystone-ATS)

L'ex capo della polizia guatemalteca Erwin Sperisen, rifugiatosi nel 2007 in Svizzera, è stato arrestato oggi a Ginevra. L'uomo, che ha anche la nazionalità elvetica, è sospettato di essere coinvolto in assassinii ed esecuzioni extragiudiziali. Nei suoi confronti è stato avviato un procedimento penale.

Dopo aver studiato i documenti trasmessi alla fine del 2011 dalle autorità guatemalteche, e basandosi "sui recenti sviluppi dell'inchiesta", la giustizia ginevrina è giunta alla conclusione che i sospetti sono fondati.

Ex capo della polizia nazionale civile (PNC) dal luglio 2004 al marzo 2007, Sperisen figura su una lista di ricercati dalla Commissione internazionale contro l'impunità in Guatemala (CICIG). Le accuse sono di esecuzioni extragiudiziali di detenuti commesse nel corso di operazioni della PNC. I reati di cui si sarebbe macchiato Sperisen sono stati denunciati da diverse associazioni presso la giustizia ginevrina nel 2007 e nel 2008.

L'ex capo della polizia guatemalteca è domiciliato a Ginevra e in considerazione della sua doppia nazionalità non può essere estradato. Del caso si occupa quindi l'autorità di perseguimento penale ginevrina, ha fatto sapere il ministero pubblico cantonale. Il dossier è stato affidato al procuratore Yves Bertossa.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?