Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

"Temo per la mia vita, ho paura di essere ucciso", ha detto Hervé Falciani, ex informatico presso la sede ginevrina del gruppo bancario HSBC, al "Sole 24 Ore", in edicola oggi. "Nessuno mi protegge. Voglio andare in Svizzera e chiudere questa storia là dove è iniziata", secondo dichiarazioni del cittadino italo-francese dal carcere di Madrid, riportate dal quotidiano economico.

Falciani è stato arrestato il primo luglio a Barcellona. La carcerazione resa nota dal sito francese Mediapart, è stata confermata ieri dall'Ufficio federale di giustizia (UFG). Tra il 2006 e il 2007 Falciani aveva rubato dati bancari dell'istituto privato ginevrino e li aveva trasmessi alle autorità fiscali francesi.

L'ex dipendente della HSBC è stato arrestato in seguito a un mandato spiccato dal Ministero pubblico della Confederazione (MPC). Il 5 luglio la rappresentanza svizzera a Madrid ha trasmesso una domanda d'estradizione alla giustizia spagnola, che non ha ancora deciso se darvi seguito, ha indicato ieri una portavoce dell'UFG.

Il MPC ha aperto un'inchiesta penale nei confronti dell'ex dipendente della HSBC in relazione al furto dei dati bancari. Falciani era ricercato internazionalmente da gennaio 2009. La giustizia francese aveva sequestrato la documentazione - consegnata da Falciani al procuratore di Nizza Eric de Montgolfier, che indagava per riciclaggio - nel gennaio 2009, ma la vicenda era venuta alla luce solo nel dicembre dello stesso anno.

Parigi ha identificato 3'000 contribuenti francesi che hanno sottratto soldi al fisco del paese e passato a Roma e a Madrid migliaia di informazioni su contribuenti italiani e spagnoli. In seguito la Francia ha acconsentito a consegnare i dati alla Svizzera, tuttavia prima che lo facesse le informazioni sono state manipolate dalla polizia, aveva confermato in maggio il MPC.

Stando a "Il Sole 24 Ore", nei dati sequestrati in Francia sarebbero racchiusi molti segreti della HSBC. Mescolate tra loro ci sarebbero operazioni lecite ma anche operazioni sospette.

La storia dell'ingegnere informatico, sarebbe più complessa di quanto sia finora trapelato sui giornali di tutto il mondo, perché complessa e intricata è la quantità di informazioni che sarebbero in possesso delle autorità francesi. Esse riguarderebbero filiali sparse nel mondo della HSBC a cominciare da quella di Montecarlo, del Lussemburgo e delle Bahamas. La lista che contiene i nomi di migliaia di presunti evasori fiscali giunta in Italia riguarda, però, soltanto i correntisti della sede centrale di Ginevra, scrive il "Sole 24 Ore".

Da questi documenti trapelerebbero talvolta operazioni e comportamenti che potrebbero celare reati fiscali e penali. Il primo giugno Falciani era stato sentito da rappresentanti del Dipartimento americano della giustizia. Venti giorni dopo - scrive il quotidiano - la commissione d'inchiesta del Senato USA ha diffuso un rapporto su operazioni sospette di riciclaggio avvenute tramite i canali della HSBC.

Falciani è arrivato a Barcellona in traghetto la mattina del primo luglio proveniente dalla Francia ed è stato subito arrestato dalla polizia catalana, riferisce il quotidiano italiano. Poi, alcuni giorni fa, è stato trasferito in un carcere alla periferia di Madrid, dove attende le decisioni della giustizia spagnola.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS