Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Non facciamo nulla che non facciano altri.

KEYSTONE/AP/MARCIO JOSE SANCHEZ

(sda-ats)

A distanza di una settimana dalle audizioni di Mark Zuckerberg al Congresso Usa, Facebook pubblica un lungo post in cui spiega come raccoglie dati, anche quando un utente non è collegato o iscritto alla piattaforma.

E lancia una stoccata alle altre aziende tecnologiche. "Una pratica comune nel settore", che attuano anche Google, Twitter e LinkedIn. A scriverlo David Baser, product management director del social network da settimane sulla graticola per il caso Cambridge Analytica. L'intento è di rispondere a quelle domande che sono rimaste senza risposta alle audizioni, come quella che riguarda la profilazione da parte di Facebook di persone che non sono utenti del social network.

"Quando visiti un sito o un'applicazione che utilizza i nostri servizi, noi riceviamo informazioni anche se non hai eseguito il log-in o non sei iscritto a Facebook. Questo avviene perché le applicazioni e i siti non sanno chi stia usando la nostra piattaforma", spiega il manager.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS