Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un falso consigliere federale Ueli Maurer "cinguetta" da oltre un anno su Twitter e ha ormai centinaia di "followers" ("seguaci"). Il Dipartimento federale della difesa (DDPS) diretto dall'esponente dell'Unione democratica di centro ha finora inutilmente tentato di farlo tacere, riferisce oggi "20 Minuten".

Il falso "BR (Bundesrat, consigliere federale) Ueli Maurer" pubblica dall'agosto 2012 brevi messaggi in dialetto svizzerotedesco che cominciano regolarmente con "De Christoph hät gsäit...", "il Christoph ha detto...", seguito da brevi affermazioni - di sapore palesemente satirico - che fanno apparire Maurer un sempliciotto succubo di Christoph Blocher, ex consigliere federale e tuttora leader carismatico dell'UDC.

"Il DDPS è a conoscenza di questo falso account non professionale ed è già intervenuto al riguardo parecchie volte senza esito presso Twitter", ha confermato all'ats il portavoce del DDPS Renato Kalbermatten. Il dipartimento è tuttora in contatto con i gestori di questa rete sociale su internet per far cancellare l'account, ha aggiunto il portavoce, sostenendo che il logo utilizzato nel profilo "viola i diritti della Confederazione e del DDPS, il che è punibile". Ci sarà una denuncia? "Osserviamo il profilo attentamente e ci riserviamo eventuali passi giudiziari", ha risposto Kalbermatten.

Il Dipartimento della difesa non teme tuttavia che qualcuno possa scambiare il falso per il vero Maurer, sebbene il burlone conti tra i "follower" l'ambasciata polacca e il politologo Claude Longchamp. Dal momento che il falso profilo è chiaramente riconoscibile come tale, "non dovrebbe creare troppa confusione", afferma Kalbermatten.

Intanto i "seguaci" del falso Maurer aumentano a vista d'occhio. Nell'articolo apparso stamane "20 Minuten" ne contava 581 ", ma nella tarda mattinata erano ormai oltre 870.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS