Navigation

Fastweb: perquisizioni anche in Svizzera

Questo contenuto è stato pubblicato il 24 febbraio 2010 - 15:51
(Keystone-ATS)

BERNA - Nell'ambito della vicenda Fastweb si è attivato anche il Ministero pubblico della Confederazione (MPC): su richiesta delle autorità inquirenti italiane, che indagano su presunte frodi fiscali e riciclaggio, la procura federale ha effettuato diverse perquisizioni nei cantoni di Ticino e Ginevra, ha comunicato l'MPC.
La procura non ha fornito dettagli su quanto emerso dagli accertamenti. Le perquisizioni erano in parte già state rivelate dalla stampa: secondo queste fonti è stata passata al setaccio una serie di istituti di credito e fiduciarie.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.