Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Per la prima volta dall'inizio dei rilevamenti, nel 2010 il giro d'affari della vendita di farmaci è diminuito, dell'1,3% a 4,82 miliardi di franchi. Nel 2008 vi era ancora stata una progressione del 5,5% e nel 2009 del 3,4%. Le confezioni smerciate sono invece aumentate dello 0,5% a 205,3 milioni.

Lo scorso anno i consumatori hanno tuttavia speso 6,77 miliardi di franchi per i medicinali. Difatti, al prezzo di fabbrica si è aggiunto un margine di vendita di 1,94 miliardi.

Il calo dei prezzi di fabbrica è riconducibile alla diminuzione dei prezzi per i preparati originali e alla scadenza dei brevetti per medicinali molto venduti, hanno indicato in una conferenza stampa a Berna l'Associazione delle imprese farmaceutiche in Svizzera (Vips) e l'Associazione delle società farmaceutiche svizzere attive nella ricerca (Interpharma).

Il fatturato della vendita di medicinali - sempre al prezzo di fabbrica - è sceso rispetto all'anno scorso da 4,88 a 4,82 miliardi di franchi. Per i preparati rimborsati dall'assicurazione malattia si è registrata una flessione dello 0,1% a 3,87 miliardi. Il calo è stato frenato da un forte aumento dei medicamenti contro l'artrite reumatoide e l'HIV, nonché da una crescita delle quantità smerciate.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS