Navigation

Fed, no a tassi d'interesse negativi

Banche più solide che nel 2008, dice Powell. KEYSTONE/AP/Jacquelyn Martin sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 16 marzo 2020 - 08:37
(Keystone-ATS)

Il presidente della Federal Reserve, Jerome Powell, ha definito "probabilmente non appropriati" tassi di interesse negativi.

L'impatto del coronavirus sull'economia globale ed americana si farà comunque sentire "in maniera profonda", e la Fed èpronta ad agire con una vasta gamma di interventi, ha proseguito Powell, spiegando come nel secondo trimestre dell'anno la crescita del Pil Usa "sarà probabilmente debole".

A suo avviso inoltre il sistema finanziario è molto più forte di un decennio fa. La Fed ha molto spazio e molti mezzi per affrontare i problemi di liquidità e dei flussi di credito. Le banche Usa hanno una situazione forte dal punto di vista della capitalizzazione, ha detto.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.