Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il presidente del PLR e consigliere nazionale Philipp Müller è stato eletto al Consiglio degli Stati con 63'174 voti.

Al secondo turno, svoltosi oggi nel canton Argovia, Müller è riuscito a mantenere il seggio del suo partito battendo il rivale UDC, il consigliere nazionale Hansjörg Knecht, che ha ottenuto 53'824 preferenze.

La terza candidata, la PPD Ruth Humbel, con 35'909 voti non ha avuto alcuna possibilità di guadagnare il seggio lasciato vacante da Christine Egerszegi (PLR), che si è ritirata dopo 20 anni a Berna. La socialista uscente Pascale Bruderer era già stata rieletta al primo turno.

I due sconfitti della giornata odierna continueranno dunque a sedere in Consiglio nazionale. Il 63enne Müller passerà invece dalla Camera del popolo a quella dei Cantoni.

Lo scorso 18 ottobre, il presidente del PLR accusava un ritardo di 6000 voti rispetto a Knecht. Oggi gli è riuscita la rimonta, che lo ha portato ad un vantaggio di quasi 10'000 voti sul candidato democentrista. Il posto di Müller al Nazionale dovrebbe essere preso dal presidente del PLR argoviese Matthias Jauslin.

Il PLR argoviese ha un seggio agli Stati dal 1948. Il PS ha conquistato il proprio nel 2011 ai danni dell'UDC. Per la camera dei Cantoni i democentristi escono quindi sconfitti, e questo in un cantone in cui il 18 ottobre avevano ottenuto il 37.99% dei voti, con una notevole progressione al Nazionale.

"È una giornata di gioia per il PLR", ha dichiarato Müller ai media una volta saputi i risultati. Agli Stati i liberali-radicali hanno ora 13 seggi, così come il PPD, ha aggiunto. Si tratta di "un successo enorme".

Il suo risultato personale dimostra che il PLR è ancora in grado di mobilitare gli elettori, ha detto. Sono state cinque settimane di dura campagna elettorale e "sono contento che questa fase sia passata".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS