Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il presidente dell'UDC Toni Brunner non è soddisfatto di come la sezione zurighese del partito ha redatto la lista dei candidati al Consiglio nazionale per le elezioni federali del prossimo 18 ottobre.

In un'intervista pubblicata oggi dal domenicale svizzerotedesco "SonntagsZeitung", Brunner critica in particolare le posizioni attribuite a Roger Köppel e Hans-Ueli Vogt.

"Abbiamo fallito un rigore a Zurigo", afferma il sangallese. Brunner avrebbe voluto il caporedattore ed editore della Weltwoche Roger Köppel al primo posto, e non al 17esimo come deciso dai delegati zurighesi, e al secondo posto Vogt, 45enne professore di diritto economico all'Università di Zurigo, finito invece in 10ma posizione.

I due candidati - secondo il presidente dell'UDC - verranno sicuramente eletti, "ma se fossero stati piazzati come una locomotiva in testa alla lista avrebbero avuto un ruolo trainante ed avremmo potuto conquistare un seggio supplementare".

Giovedì il comitato direttivo della sezione zurighese dell'UDC ha presentato la lista di candidati ai delegati riuniti in assemblea a Volketswil (ZH).

Alcuni presenti hanno chiesto di spostare Köppel nella parte alta della lista, ma la proposta non ha incontrato il favore della maggioranza, che ha approvato quanto deciso dal comitato cantonale. Al primo posto si trova Natalie Rickli, seguita al secondo e al terzo posto rispettivamente da Christoph Mörgeli e Alfred Heer.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS