Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'Ufficio federale di polizia (Fedpol) dovrebbe poter sorvegliare con discrezione nel Sistema d'informazione Schengen (SIS) le persone che intraprendono viaggi a fini terroristici.

Il Consiglio nazionale si è detto oggi pronto a compiere questo passo, accogliendo - con 149 voti contro 39 e 1 astenuto - una mozione in questo senso del consigliere nazionale Marco Romano (PPD/TI).

La registrazione nel SIS consente di seguire gli spostamenti delle persone interessate. Una relativa base legale è già prevista per il Servizio delle attività informative, ma non ancora per Fedpol. Tale competenza sarebbe molto importante proprio nel caso delle indagini di polizia giudiziaria su reati molto gravi, ha rilevato Romano nel suo atto parlamentare.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS