Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Per il direttore delle FFS Andreas Meyer il rincaro dei biglietti dovuto all'aumento del prezzo delle cosiddette tracce d'orario sarà presto insostenibile. Per evitare questa evoluzione l'ex regia federale intende aumentare il tasso di occupazione dei treni.

"Il Consiglio federale si appresta (nel 2017) a far crescere il prezzo della traccia di 100 milioni di franchi" dopo "un aumento di 250 milioni" recentemente. Queste somme, ricorda Meyer in un'intervista pubblicata oggi da Le Matin Dimanche, vanno soprattutto a carico della divisione Viaggiatori. "Se continuiamo ad aumentare i prezzi in modo massiccio arriveremo a un limite insopportabile per il cliente".

Le tracce d'orario corrispondono a quanto deve pagare una compagnia ferroviaria per far circolare un treno su una determinata tratta a una determinata ora.

L'alternativa risiede soprattutto nell'"aumento delle entrate grazie a una crescita del tasso d'occupazione dei treni", afferma il direttore generale delle FFS.

L'ex regia sta cercando il dialogo con le imprese in modo da aumentare la flessibilità nella vita professionale e così permettere una maggiore occupazione dei convogli nelle ore oggi poco frequentate.

Meyer aveva già sollevato la questione lo scorso dicembre in un'intervista alla NZZ am Sonntag. Aveva ad esempio evocato l'idea di caffè gratuiti e buoni d'acquisto per i clienti disposti a circolare fuori dagli orari di punta.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS