Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Le Ferrovie federali svizzere (FFS) hanno portato a destinazione l'anno scorso 1,21 milioni di passeggeri al giorno, il 2,7% in più rispetto al 2014.

A causa del rafforzamento del franco, il risultato consolidato è però diminuito di 127 milioni di franchi, a 246 milioni. FFS Cargo ha inoltre registrato nel 2015 una perdita di 80 milioni di franchi, si legge in una nota odierna.

Rispetto al 2014, secondo le FFS gli oltre cinque milioni di clienti sono maggiormente soddisfatti delle offerte e dei servizi, ma più critici nei confronti della puntualità. L'87,8% dei viaggiatori è arrivato puntualmente a destinazione (+0,1% rispetto al 2014), affermano le FFS, ma l'obiettivo non è ancora stato raggiunto. Mentre si è riusciti a migliorare la puntualità nell'area di Zurigo, sussiste ancora la necessità d'intervenire soprattutto sull'asse nord-sud e nel traffico a lunga percorrenza, ammettono.

Nonostante l'ulteriore aumento dei lavori di costruzione e manutenzione (nel 2015 le FFS hanno sostenuto spese supplementari di 109 milioni in questo ambito), "le FFS rimangono la compagnia più puntuale d'Europa, sulla rete più trafficata al mondo", sottolinea la nota.

Nel 2015, circa 460'000 clienti hanno utilizzato un abbonamento generale (+1,6%), 2,33 milioni un abbonamento metà-prezzo (-0,5%). A fine 2015 erano inoltre in circolazione 887'000 carte SwissPass.

Organico in aumento, ma riduzioni in vista

Per quanto riguarda l'organico, esso è aumentato di 270 posti a tempo pieno, raggiungendo quota 33'000 (+0,8%). Nel settore della Direzione generale si contano 4489 unità, con un incremento di 200 posti soprattutto nell'informatica, che ha ottenuto impieghi per attività che prima erano svolte esternamente.

Tuttavia, con il programma RAilFit20/30, entro il 2020 le FFS vogliono ridurre il livello dei costi rispetto al 2014 di 550 milioni ed entro il 2030 di 1,75 miliardi. Prevedono di eliminare 900 posti entro la fine del 2020.

SEV: assumere personale

La reazione del Sindacato del personale dei trasporti (SEV) non s'è fatta attendere: chiede di aumentare il numero di dipendenti, visto che "il buon risultato delle FFS è merito del personale". Il SEV sottolinea che i successi dell'ex regia non sono dovuti alla direzione del gruppo, bensì a ogni singolo dipendente, "che non percepisce bonus".

Secondo il sindacato, con l'apertura della galleria di base del San Gottardo (che sarà inaugurata ufficialmente il primo giugno e la cui messa in servizio è prevista con il cambiamento d'orario del 10/11 dicembre ndr.), le FFS amplieranno le loro capacità e ciò dovrebbe comportare un aumento del personale in tutti i settori operativi.

Il SEV si dice infine preoccupato per la questione dell'accompagnamento dei treni. "Le FFS continuano a perseguire l'idea assurda di far circolare treni non accompagnati sulla linea di montagna del Gottardo. Non osiamo immaginare cosa potrebbe accadere nella malaugurata ipotesi di dover evacuare un treno nell'attuale galleria".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS