Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA - Bombardier ha battuto Siemens e Stadler Rail aggiudicandosi la più grande commessa della storia delle Ferrovie federali: 1,86 miliardi di franchi per 59 convogli a due piani a lunga percorrenza, InterCity e InterRegio. Essi serviranno, dal 2013, a sostituire il materiale rotabile vecchio e potenziare l'attuale offerta. Dal 2020 circoleranno anche sul San Gottardo.
"Oggi è una giornata storica per le FFS", ha affermato Andreas Meyer in una conferenza stampa. Bombardier, ha spiegato il direttore dell'azienda, è stata scelta per diversi motivi, in particolare per il comfort offerto ai clienti, per la redditività complessiva e per i suoi motori efficienti che permettono un risparmio energetico del 10%. L'offerta inviata dal gruppo canadese permette anche di risparmiare circa 200 milioni: l'ex regia aveva infatti previsto di spendere 2,1 miliardi.
La commessa prevede 9 InterRegio da 100 metri, 30 InterRegio da 200 metri e 20 InterCity da 200 metri per un totale di 436 vagoni. Sarà inoltre possibile unire due treni. Il contratto prevede anche un'opzione per 100 treni supplementari.
Centinaia di nuovi impieghiI convogli verranno costruiti a Görlitz (D) e a Villeneuve (VD), dove saranno creati 200 posti di lavoro. Negli stabilimenti di Zurigo e Winterthur verranno assunte un centinaio di persone che si occuperanno dello sviluppo tecnico del progetto, ha detto il portavoce di Bombardier Stéphane Wettstein, contattato dall'ATS. L'azienda tiene inoltre a ringraziare le FFS della fiducia manifestata, ha aggiunto.
I nuovi treni entreranno in servizio a partire da dicembre 2013, ha detto Vincent Ducrot, capo ad interim della divisione viaggiatori. Inizialmente saranno impiegati sulle linee Ginevra-Berna-Zurigo-San Gallo, Romanshorn-Zurigo-Berna-Briga e Zurigo-Lucerna. Dal 2020, quando i tunnel di base del San Gottardo e del Monte Ceneri saranno aperti al traffico, circoleranno anche tra Zurigo e Lugano.

SDA-ATS