Navigation

FFS ampliano offerta internazionale con partner europei

Il nuovo treno Giruno che circolerà tra il Ticino e il nord delle Alpi. KEYSTONE/WALTER BIERI sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 23 novembre 2019 - 11:54
(Keystone-ATS)

Le Ferrovie federali svizzere (FFS) rafforzano l'offerta ferroviaria in Europa in collaborazione con i loro partner: la tedesca Deutsche Bahn (DB), la francese SNCF, l'italiana Trenitalia e di TGV Lyria (filiale comune delle FFS e di SNCF).

L'annuncio è stato dato oggi a Zurigo nel corso di un evento organizzato congiuntamente dalle compagnie ferroviarie in questione, che hanno anche presentato i nuovi treni che inizieranno a circolare da dicembre.

In un comunicato congiunto, le aziende ferroviarie precisano che la capacità sarà notevolmente aumentata sulle principali linee che collegano la Svizzera ai paesi limitrofi.

Sull'asse del Gottardo circolerà da dicembre il nuovo treno "Giruno" delle FFS, che collegherà Basilea/Zurigo al Ticino e poi, dalla primavera del 2020, a Milano.

Dopo l'apertura della Galleria di base del Monte Ceneri, a partire dal 2021, le FFS e Trenitalia offriranno anche nuovi e più brevi collegamenti giornalieri con l'Italia. Questi si aggiungeranno a quelli verso Milano e Venezia.

Per quanto riguarda la Francia, dal mese prossimo TGV Lyria rinnoverà l'intera flotta, mettendo in circolazione treni ad alta velocità a due piani di produzione recente: questo materiale rotabile collegherà Zurigo, Losanna o Ginevra a Parigi.

L'offerta sarà ampliata del 30%, per una capacità di 18.000 posti al giorno. Questi TGV (507 posti a sedere in treni singoli, 1024 in treni doppi) circoleranno sei volte al giorno tra Parigi e Zurigo, ogni due ore in entrambe le direzioni. TGV Lyria offrirà inoltre sei viaggi giornalieri di andata e ritorno tra Losanna e Parigi e otto tra Ginevra e la capitale francese.

Nel traffico verso la Germania, a partire da dicembre i viaggiatori in partenza da Coira e Zurigo potranno servirsi dei nuovi treni ICE 4, una nuova generazione materiale che sostituirà gli ICE in servizio da circa 30 anni e aumenterà la capacità di circa il 20%.

Con 830 posti a sedere, l'ICE 4 diretto in Germania viaggerà sette volte al giorno da Zurigo a Francoforte e Amburgo. In totale, ci saranno più di 40 collegamenti diretti per direzione tra i due paesi. A partire dal 2021, l'offerta per Monaco di Baviera sarà estesa anche a sei coppie di treni al giorno, con un tempo di percorrenza di 3:30 ore, circa un'ora in meno rispetto ad oggi.

Infine, le FFS dichiarano di voler continuare a sviluppare l'offerta di treni notturni da e per la Svizzera in collaborazione con le Ferrovie austriache (ÖBB).

Con queste nuove offerte, i partner ferroviari affermano di "rispondere alla crescente importanza attribuita allo sviluppo sostenibile e all'aumento della domanda". Tra gennaio e settembre la domanda di traffico internazionale è aumentata del 10% rispetto allo stesso periodo del 2018, banconote delle FFS.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.