Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Una ecuadoriana di 51 anni e un connazionale di 65 anni sono stati indagati per incendio colposo e omicidio colposo in relazione al rogo divampato ieri all'interno del loro appartamento in via Cogne 20, a Milano, che ha provocato la morte di un ragazzino di 13 anni.

I due sudamericani sono titolari del contratto d'affitto dell'abitazione al decimo piano dello stabile. L'incendio è partito proprio da lì, ma è ancora da chiarire se sia stato provocato da una caldaia o dalla stufetta che era sistemata vicino alle tende.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS