Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

"Non ho fiducia nella politica degli Stati Uniti e non ho scambiato una parola con loro": lo afferma in una lettera Fidel Castro, precisando che il presidente Raul "ha fatto passi pertinenti" sulla base delle sue "prerogative e facoltà", assegnategli dal parlamento e dal Partito comunista di Cuba.

"Non ho fiducia nella politica degli Usa e non ho scambiato una parola con loro", ma ciò non implica "un rifiuto ad una soluzione pacifica dei conflitti", afferma l'ex presidente in una lettera indirizzata alla Federazione studentesca universitaria, testo pubblicato sul quotidiano del Pc 'Granma' e letto dalla tv. "Difenderemo sempre la cooperazione e l'amicizia con tutti i popoli del mondo, tra questi i nostri avversari politici", aggiunge l'ex 'lider maximo' cubano, finora completamente assente dopo la storica svolta annunciata lo scorso 17 dicembre nei rapporti tra Washington e L'Avana.

"Ogni soluzione pacifica e negoziata tra gli Usa e i popoli dell'America Latina che non implichi la forza o l'impiego della forza deve essere trattato - aggiunge Fidel - con i principi e le normative internazionali".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS