Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La lista dei sospetti nel caso di corruzione presunta alla FIFA non cessa di allungarsi. Le autorità al momento indagano contro ignoti e hanno a che fare con una grande quantità di dossier.

Secondo il procuratore generale della Confederazione Michale Lauber è necessaria una vasta assistenza giudiziaria dall'estero. Sei mesi dopo l'avvio, le indagini nel caso prioritario avanzano, ha spiegato in un'intervista rilasciata alla NZZ am Sonntag. Il numero di dossier è tuttavia incredibilmente grande e le ramificazioni si estendono al mondo intero.

Una task force di diversi collaboratori effettua attualmente una selezione degli atti e concentra le ricerche sui punti più importanti. Il numero di sospettati resta elevato, secondo il procuratore generale che non vuole tuttavia fornire maggiori dettagli.

Le inchieste vengono condotte per sospetto di amministrazione infedele e riciclaggio di denaro, ricorda Lauber. Le autorità indagano in modo indipendente e non si basano solo sulla denuncia della Federazione internazionale di calcio, che aveva fornito all'inizio il sospetto fondato.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS