Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Rafael Esquivel, ex presidente della Federazione venezuelana di calcio e vicepresidente della Confederazione sudamericana di calcio (CONMEBOL), è stato estradato oggi dalla Svizzera verso gli Stati Uniti.

Due agenti di polizia americani lo hanno preso in consegna e accompagnato sul volo per New York, ha indicato questa sera in una nota l'Ufficio federale di giustizia (UFG).

Esquivel era stato arrestato a Zurigo il 27 maggio 2015, insieme a sei altri funzionari della FIFA e federazioni affiliate, in virtù di una richiesta statunitense. Il 23 settembre 2015 l'UFG aveva autorizzato la sua estradizione negli Stati Uniti. Il 27 gennaio scorso il Tribunale penale federale di Bellinzona ha respinto il suo ricorso contro la decisione, ma Esquivel si è rivolto al Tribunale federale di Losanna. Il 26 febbraio ha però informato l'UFG di aver ritirato il ricorso e ha chiesto di essere estradato il più presto possibile. Il giorno stesso l'UFG ha pertanto potuto autorizzare l'estradizione negli Stati Uniti, si spiega nel comunicato.

Esquivel, che compirà 70 anni il prossimo 16 agosto, rischia negli USA una condanna fino a 20 anni di prigione. È sospettato di aver accettato tangenti milionarie nell'ambito della vendita dei diritti di commercializzazione della Copa America.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS