Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Sono salite a 81 le notifiche di casi di sospetto riciclaggio fatte dalle banche al Ministero pubblico della Confederazione (MPC) nell'ambito dell'inchiesta che questo conduce sui sospetti illeciti nell'attribuzione dei prossimi Mondiali di calcio da parte della Fifa.

Il portavoce dell'MPC ha confermato all'ats l'informazione, pubblicata oggi dalla SonntagsZeitung. Si tratta di 28 casi in più dopo i 53 resi noti lo scorso 17 giugno dal procuratore generale della Confederazione Michael Lauber in una conferenza stampa a Berna. Lauber aveva allora parlato anche di oltre 100 relazioni bancarie sospette.

La Procura ha avviato il 10 marzo scorso un procedimento penale contro ignoti relativo all'assegnazione dei prossimi Mondiali del 2018 in Russia e del 2022 al Qatar, a seguito di una denuncia penale della stessa Fifa, che è dunque considerata "parte lesa". Le ipotesi di reato sono amministrazione infedele e riciclaggio di denaro tramite conti bancari elvetici.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS