Jack Warner, ex vicepresidente della Fifa, ha respinto le accuse di corruzione per la scelta delle Nazioni ospitanti della Coppa del mondo, inclusa l'edizione del 2006 assegnata alla Germania.

"Non sono mai stato disponibile alla corruzione - commenta alla rivista Der Spiegel - Nessuno mi ha mai offerto soldi, inclusi i tedeschi".

I sospetti per una possibile compravendita di voti per l'assegnazione della Coppa sono stati avanzati a riguardo delle edizioni 1998 (Francia) e 2010 (Sudafrica) e le autorità svizzere stanno indagando anche su Russia 2018 e Qatar 2022.

"Non sono al corrente di aver fatto cose scorrette - continua Warner - era corruzione quando Barack Obama mi ha invitato a pranzo? O quando Vladimir Putin ha fatto lo stesso? Ci si scambia semplicemente favori tra uomini di potere, non si tratta di corruzione".

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.