Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

MANILA - Le forze di sicurezza filippine hanno elevato l'allerta, nel timore di potenziali attacchi bomba da parte dei gruppi islamici locali collegati ad al Qaida. Lo ha annunciato un portavoce dell'esercito filippino.
Ieri, le forze di sicurezza hanno ucciso sei membri del gruppo Abu Sayyaf, incluso il loro leader Albader Parad, ritenuto il 'cervello' del sequestro di tre volontari della Croce Rossa internazionale, fra cui l'italiano Eugenio Vagni.
Il portavoce dell'esercito, Romeo Brawner, ha annunciato che i militari hanno posto in essere misure per prevenire una possibile vendetta dei ribelli.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS