Navigation

Filippine: allerta bombe a Manila, timore attacchi al Qaida

Questo contenuto è stato pubblicato il 22 febbraio 2010 - 14:06
(Keystone-ATS)

MANILA - Le forze di sicurezza filippine hanno elevato l'allerta, nel timore di potenziali attacchi bomba da parte dei gruppi islamici locali collegati ad al Qaida. Lo ha annunciato un portavoce dell'esercito filippino.
Ieri, le forze di sicurezza hanno ucciso sei membri del gruppo Abu Sayyaf, incluso il loro leader Albader Parad, ritenuto il 'cervello' del sequestro di tre volontari della Croce Rossa internazionale, fra cui l'italiano Eugenio Vagni.
Il portavoce dell'esercito, Romeo Brawner, ha annunciato che i militari hanno posto in essere misure per prevenire una possibile vendetta dei ribelli.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.